L’evoluzione di Instagram Ads: dal Branding al Direct Response

Nuovi Pulsanti per Instagram AdsInstagram ha introdotto la pubblicità circa un anno e mezzo fa’. In questo arco di tempo si è dimostrato capace di aumentare la qualità dell’esperienza dei brand, e degli utenti, lavorando sulla creazione di nuovi formati (dai Video Ads ai Carousel) e sull’ottimizzazione delle opzioni di targeting. Instagram è oggi una potente piattaforma mobile di advertising molto apprezzata dai Brand.

Carousel Ads: più forza ai tuoi messaggi

All’inizio del 2015 Instagram ha ampliato l’offerta dei formati pubblicitari con l’introduzione dei Carousel Ads. Carousel Ads nasce per dare l’opportunità ai brand di raccontare i propri prodotti e la propria storia in maniera più efficace. In concreto con i Carousel Ads i brand possono condividere più immagini all’interno dello stesso post ed aggiungere un pulsante con un link esterno ad un sito. Dopo aver lanciato il prodotto negli Stati Uniti, dal 1° giugno, il nuovo formato è disponibile anche in altri 6 paesi: Regno Unito, Canada, Australia, Germania, Francia e Brasile. Non ci sono ancora notizie sul suo rilascio in Italia.

Oltre il branding, Instagram introduce i nuovi pulsanti

Se l’introduzione dei Video Ads e dei post multi-immagine ha permesso ai Brand di creare messaggi più efficaci, la possibilità di inserire un link ad un sito esterno, ha aperto nuove opportunità di utilizzo di Instagram che vanno oltre il semplice obiettivo di branding. I nuovi pulsanti presentati questa settimana, seguono questa direzione. A breve, infatti, ai post pubblicitari di Instagram potrà essere aggiunto un pulsante con una call-to-action. Per i brand sarà possibile invitare gli utenti ad iscriversi su un sito web, acquistare un prodotto o scaricare un’app.

Raggiungere l’utente giusto: dal targeting demografico al targeting per interessi

Instagram in questi giorni non ha presentato solo nuove funzionalità nei post, ma ha anche introdotto un miglioramento delle opzioni di targeting. Le nuove opzioni permetteranno di targettizzare non solo per età, località e sesso, ma anche in base alle persone, ai luoghi e alle cose che gli utenti amano di più.

Leave a Reply